Progetto Foto-teatrale “la vita è come un binario”

Fotografo: Navarro della Miraglia

Modella: da selezionare 2 modelle

Location: 

  • scena 1Stazione dei treni
  • scena 2Binari abbandonati
  • scena 3Fiume, lago o mare
  • scena 4 Binario abbandonato

Premessa e idea:

La vita è come un binario da percorrere.

Le stazioni su quel binario sono le tappe della vita di ogni individuo.

La modella può scegliere di restare in stazione perché la soddisfa, senza rischiare di andare in quella successiva che potrebbe essere peggiore e non migliore ma non è sicura.

Dopo una lunga riflessione decide che non è così, decide di iniziare un cammino chiamato vita.

La modella è convinta che vivere sia incamminarsi lungo questo binario fino a che avrà la forza di percorrerlo, vivendo tutte le emozioni possibili.

Quel tragitto a piedi sulla ferrovia da una stazione all’altra rappresenta la sua volontà di evolversi  con la consapevolezza che se non sempre ci riuscirà avrà comunque vissuto.

Percorrendo il binario abbandonato si spoglierà dai pregiudizi, dalle paure, dagli incubi del passato.

Scoprirà così che giocando il rischio si vive, ed è percorrendo il binario che vivrà il suo essere.

Descrizione sceneggiatura

Dal Colore rumoroso a grana grossa al Bianco e nero soft

La sequenza fotografica rappresenterà il viaggio di conoscenza e consapevolezza individuale.

Sviluppata sulla metafora del cammino si passerà da scatti molto colorati e micromossi per indicare lo stato confusionale di incertezza, fino ad arrivare al bianco e nero con colori soft dove solo le forme semplici e i colori tenui indicheranno una presa di consapevolezza del proprio io.

SCENA1

_MG_2373Location Stazione ora di Punta

Abbigliamento: Colorato, gonna lunga, tacco, cappello alla francese, trucco pesante e colato dal pianto.

Milah dovrà rappresentare il suo stato confusionale, la sua angoscia, la paura di partire.

_MG_2367Scatti a colori con pose lunghe e modella immobile per creare una cornice di movimento.

Le foto saranno fatte di nascosto in modo che la genta che circonda Milah non si renda conto di essere su un set fotografico.

SCENA 2

_MG_2242Binari della stazione con treni

Abbigliamento colorato, gonna lunga legata a mezza gamba, piedi nudi, capelli sciolti, trucco ordinato.

Milah dovrà fare capire che ha preso consapevolezza dell’inizio del suo cammino.

Foto fatte sui binari vicino a treni in partenza. I treni partiranno ma senza di lei.

Inizio del cammino lungo i binari

SCENA 3

_MG_2739Località con acqua, mare fiume o lago

Abbigliamento di lino bianco in trasparenza gonna lunga e camicia, scarpa da ginnastica o sandalo infradito. Trucco leggerissimo, devono risaltare gli occhi.

Fotografie desaturate con pochissimo colore e contrasti elevati.

_MG_2815-2La modella dovrà far passare l’emozione della consapevolezza del ritorno alle origini, l’acqua diventa simbolo di purificazione

Iniziamo a usare il corpo come metafora emozionale.

Il vedo e non vedo, movimenti e acqua sono base degli scatti.

SCENA 4

_MG_3013Binari abbandonati tra le campagne e il tramonto

Abbigliamento Vestiti di lino e nudo in controluce

Foto in bianco e nero con chiarezza accentuata

Mila incamminandosi verso se stessa (cammina verso il sole al tramonto) abbandona completamente le vesti, rimanendo spoglia di tutto in un controluce che mostra solo le linee.

_MG_3150L’espressività deve comunicare sicurezza, gioia e consapevolezza.

Il nudo integrale rappresenta il nuovo io come S.Francesco spoglio che si incammina alla vita nuova

La scena finale mostra un balzo verso il sole

Le emozioni l’espressività spunti per la modella

Le fotografie racconteranno una storia, parleranno di una donna che si sente ingabbiata nei giudizi, nelle aspettativi di chi l’ha cresciuta, nelle parole di chi le stà vicino. La protagonista è una donna in cerca di se, una donna che è consapevole che il cambiamento è importante ma che ancora non ha trovato il coraggio di ribellarsi al sistema, ma prima di tutto a se stessa.

Scena 1

La stazione affollata,

emozioni da rappresentare, Paura, Frustrazione, Perdita, Confusione, Disperazione.

Scena 2

Il binario con treni in partenza che la protagonista non deciderà di prendere, deciderà di iniziare un cammino seguendo i binari.

Emozioni da rappresentare, titubanza, dubbio, occasione persa, convinzione.

Scena 3

L’acqua

Partire da quello che siamo, trasformare il fiume il lago o il mare nel luogo più accogliente, iniziare una nuova vita.

Emozioni da rappresentare, voglia, gioia, sicurezza, ottimismo, incertezza ma voglia di rischiare.

Scena 4

Il binario verso l’infinito

Essere in cammino verso la consapevolezza trovata, abbandonare definitivamente quello che non vogliamo per essere ciò che è la nostra essenza. Essere il bello essere quello che veramente vogliamo. Serenità, consapevolezza, gioia, piacere di vivere e di godere la vita.

Elenco scatti

Per ognuna dei seguenti argomenti verranno effettuati vari scatti dove la modella dovrà interpretare l’essenza di quello che sta vivendo in quel momento.

scena 1 stazione e banchina dei binari

1 arrivo alla stazione

2 al telefono

3 lacrime

4 urla di rabbia

5 benda per negare il presente

6 le prime informazioni

7 al tabellone dei treni

8 consigli di viaggio

9 verso il treno

10 il treno parte

11 in cammino verso i binari

12 l’inizio del cammino

scena 2 binari abbandonati o stazione abbandonata

1 consapevolezza

2 vestiti scomodi

3 cambio l’abito

4 cambio scarpe

5 verso una nuova vita

7 il dubbio

8 lo sconforto vinto

9 finalmente sola

Scena 3 l’acqua sul fiume

1 osservare il passato

2 comprendere il passato

3 immergersi

4 riscoprire l’essenza

5 lasciarsi trasportare

7 vivere un nuovo inizio

8 consapevolezza dell’inizio

9 verso il viaggio

Scena 4 il cammino sui binari

1 il cammino

2 abbandono della corazza leggera

3 l’anima libera

4 il cammino del dolore

5 in equilibrio sulla propria vita

6 piacere di sentirsi liberi

7 verso la luce

8 gioia

9 donna libera